La cultura del processo

Il primo passo da compiere nel contesto di una organizzazione aziendale è quello di diffondere la la “cultura di processo”: il management in primo luogo e, in generale, tutto il personale dell’organizzazione devono sentirsi protagonisti di un insieme preciso di azioni orientate al soddisfacimento del cliente. Se manca questa sensibilizzazione ogni sforzo fatto rischia di risultare vano;

la cultura aziendale infatti, è in grado di influenzare direttamente i comportamenti e le scelte decisionali dei membri dell’impresa. Dovrebbero essere proprio i manager di più alto livello ad individuare dei meccanismi tali da incentivare tutto il resto del personale ad accogliere il nuovo orientamento gestionale. Se non c’è un valido supporto dall’alto, un robusto sponsor che inneschi l’azione di miglioramento graduale o radicale, creando le condizioni favorevoli al suo sviluppo e sostenendolo nel corso della sua realizzazione, il progetto di cambiamento rischia di subire un notevole insuccesso con spreco delle risorse impiegate.

Alcune azioni da intraprendere in tal senso possono essere le seguenti:

- Rendere noti all’intera organizzazione i processi primari e analizzarli continuamente per verificare se creano valore aggiunto riconosciuto dal cliente finale;

- Misurare le prestazioni dei processi in termini di qualità, tempi, costi; 

E' necessario poi sostituire o affiancare agli obiettivi della singola funzione anche degli obiettivi di processo e costruire degli incentivi allineati agli obiettivi di processo infatti, solo orientando il sistema premiante alle performance di processo si può dare seguito positivo all’introduzione della nuova cultura, stimolare il personale a progettare dei miglioramenti continui nell’ottica di processo attraverso l’ausilio, per esempio, dei gruppi di lavoro (team).

© 2019 Organizzazione Aziendale. All Rights Reserved. Designed By GalaSystem